Biografia

La mia formazione ed attività è sempre stata principalmente nell’ambito musicale.
In particolare il mio lavoro si è incentrato sulla voce. Ho approfondito la composizione e l’arrangiamento, ed il jazz si è rivelato il linguaggio più efficace per ciò che intendevo esprimere.
Le tematiche che tendo a sviluppare prendono spesso spunto da testi di autori che amo, e si muovono in una dimensione surreale e onirica.
Con il tempo ho sentito limitata la dimensione del concerto, ed è nata la necessità di aprire lo spazio artistico ad altre forme espressive. Ritengo che le molteplici possibilità offerte dalle arti multimediali permettano un’efficace integrazione tra visivo, musicale e performativo.
 
Curriculum
 
Laurea in Canto Jazz e diploma di specializzazione in Jazz presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma.
Diploma per la Didattica Musicale secondo il Metodo Orff-Shulwerk.
Laurea specialistica in Arti tecnologiche e multimediali presso l'Accademia di belle arti di Roma.
Laurea in Scienze politiche, indirizzo storico-politico presso l’Università La Sapienza di Roma.
 
Ha studiato con Fabrizio Cardosa, Maria Pia De Vito, Anna De Martini, Cristiana Arcari, Luca Mannutza, Alessandro Gwis. Ha partecipato a workshops con Norma Winstone, Jay Clayton, Kenny Wheeler e John Taylor.
Ha fatto parte del Kammerton Vocal Ensemble fondato e diretto da Fabrizio Cardosa, specializzato nel repertorio Jazz vocale. Il gruppo, con alle spalle una lunga attività concertistica svoltasi nell'ambito di rassegne e festival del settore, per enti quali la “Sagra umbra”, “Istituzione Universitaria dei Concerti”, “Nuova Consonanza”, il Teatro Romano di Fiesole e “l'Associazione musicale romana”, si è inoltre esibito all'estero in numerosi concerti (Amsterdam, Istanbul, Cairo).
Sempre con il Kammerton ha realizzato e proposto al pubblico gli spettacoli teatrali “Cronopios, famas e speranze” del '96 e “L'hospitale de' pazzi incurabili” del '99. Ha partecipato allo spettacolo “Concerto apocalittico” con testi di Stefano Benni musiche di Ennio Morricone e Luca Francesconi (voce recitante Antonio Albanese) poi ripreso come “Buffa Opera” al Piccolo di Milano e al Morlacchi di Perugia nel 2002.
Il progetto “Wait and see” la vede come voce solista, compositrice e arrangiatrice dei brani originali, accompagnata da Alessandro Gwis, Pierpaolo Ranieri e Lucrezio De Seta.
"Clock is ticking" è un progetto con Klaus Mueller e Simone Prattico con brani originali, in ambito jazz-funk.
Collabora con il Ready Made Ensemble diretto da Gianluca Ruggeri.
 
Con un ritorno alle origini familiari ha deciso di ripercorrere la strada degli emigranti a Buenos Aires ed insieme a Primiano Di Biase e Mauro Menegazzi ha inciso il cd "Da Troilo A Troilo”, un omaggio al Tango di Anibal Carmelo Troilo, proponendo i suoi celebri brani con arrangiamenti originali di sapore jazzistico e brani originali tra cui un tango di Germano Mazzocchetti. Su questo progetto è stato messo in scena lo spettacolo teatrale “Giro di Giostra” curato da Luna Marongiu e Cinzia Maccagnano.
Nell'ambito dello stesso repertorio collabora con Freon Ensemble diretto da Stefano Cardi con il progetto Cantos "Canti dell'America Latina".
 
 
Per il Teatro nel ruolo di cantante/attrice ha partecipato alla tragedia greca "Le Trachinie" di Sofocle per la regia di Giancarlo Nanni con Manuela Kustermann e musiche di Paolo Vivaldi, rappresentata al Teatro Vascello di Roma cui ha seguito la successiva tournée 2005 (Firenze, Bologna, Mantova, Tokio).
Nel 2013-14 con la compagnia teatrale "La bottega del pane” ha preso parte alla Commedia "Le Rane" di Aristofane per la regia di Cinzia Maccagnano, (Produzione Teatri di Pietra).
Con Giovanni Greco ideatore del progetto "Theatron" - Teatro antico alla Sapienza - Università La Sapienza, Roma, ha collaborato in diverse produzioni sia come cantante che come autrice di musiche originali: "Antigone" di Sofocle (2008/2009), "Baccanti" di Euripide (2009/2010), "Medea" di Euripide (2010/2011) e "Lisitrata" di Aristofane (2011/2012).
Dello stesso autore è lo spettacolo teatrale "L'ultima madre" (2011-12 - Teatro Vascello di Roma) tratto dall’omonimo libro, scritto da G. Greco, sull’Argentina dei desaparecidos e i crimini della giunta militare, e il corto teatrale "Sotto un cielo straniero" (Attraversamenti multipli - 2009) del quale ha curato le musiche originali insieme a Serena Sciamanna.
 
Nell'ambito della Musica Antica ha cantato in diverse formazioni:
Ha partecipato all'opera “L’Amfiparnaso” di Orazio Vecchi diretta da Fabrizio Cardosa.
Con il Trio vocale “La Dolce Vista”, diretto da Giovanni Caruso, specializzato in musica medievale, ha registrato il CD “Laudario di Cortona” (Tactus).
Ha collaborato con Alessandro Quarta, Trio Schola di S. Barbara, con un repertorio di Villanelle napoletane e musica rinascimentale.
 
Ha approfondito la Musica Popolare con il Quartetto Tarè (Gabriella Aiello, Carla Cristofanilli e Laura Polimeno) collaborando con Nando Citarella e il gruppo Ecovanavoce con cui ha partecipato alla registrazione dell'omonimo CD "Ecovanavoce" e a progetti musicali teatrali  (“La città degli angeli”, “Tieste”, “Omaggio a Licini”).